L’IMPORTANZA DI PRENDERSI CURA DEL PRIMO CHAKRA



In sanscrito Chakra significa “ ruota”. Situati lungo la colonna vertebrale e il capo, i 7 principali Chakra del nostro corpo, rappresentano le porte d’accesso del Prana ( energia vitale) al nostro essere, in un continuo interscambio energetico. Questo garantisce all’essere umano una costante carica energetica che gli consente di esistere in armonia e salute sotto tutti i punti di vista. Quando i Chakra non sono al meglio della loro forma ( scarichi, deboli o eccessivamente carichi), possono manifestarsi diversi scompensi a livello energetico, che possono avere ricadute su tutti gli altri livelli. È importante prendersi cura delle nostre energie vitali e a tal proposito, l’Ayurveda prevede molte indicazioni.


IL PRIMO CHAKRA: MULADHARA, IL CHAKRA DELLA RADICE

È localizzato alla base della colonna vertebrale ed è governato dall’elemento Terra. La sua emanazione è di colore Rosso. Presiede al rapporto che abbiamo con noi stessi, e il suo senso di riferimento è l’Olfatto. Emana la vibrazione ( Bija Mantra) LAM. Come tutti i Chakra, ha uno stretto rapporto con il sistema endocrino e nel caso specifico del primo Chakra, la connessione riguarda le Ghiandole Surrenali.

Prendersi cura di Muladhara aiuta soprattutto a mantenere Stabilità e Radicamento, su tutti i piani che riguardano l’essere umano, infatti esso presiede alla sopravvivenza e alla sicurezza individuale. Il primo Chakra armonico porta Goia di Vivere, un buon rapporto con il proprio corpo e la sessualità, coraggio, forza fisica. In caso di squilibrio invece, si possono avvertire disagi come: tristezza e apatia, problemi alle gambe, ai piedi…

Il vostro operatore olistico di fiducia, soprattutto se esperto in Ayurveda, potrà aiutarvi a stabilire lo stato energetico dei vostri Chakra ed agire, in un percorso personalizzato, per assicurare il vostro riequilibrio energetico, tramite diverse tecniche olistiche.


MASSAGGI E OLI ESSENZIALI INDICATI PER LA CURA DEL PRIMO CHAKRA

In Ayurveda viene consigliato l’uso del massaggio con olio a cadenza quotidiana. Sarebbe bene ricorrere a questa meravigliosa pratica ogni qual volta ci sia possibile ed introdurla nella nostra routine, se non quotidiana, sicuramente settimanale.

La Riflessologia plantare e il massaggio emolinfatico sono certamente due strepitosi supporti a questo Chakra.


In Ayurveda si fa molto uso di piante e spezie per coadiuvare l’efficacia del massaggio. Ci sono quindi alcuni oli essenziali adatti a migliorare il massaggio. Ovviamente questi oli devono essere di ottima qualità e sempre consigliati, previo colloquio individuale e specifico, da un esperto. Ecco alcuni oli essenziali ideali per favorire l’ armonia del primo Chakra:

Cannella: ottimo per la circolazione, in particolar modo durante la menopausa. Migliora la digestione e l’appetito e risveglia la forza di volontà.

Zenzero: regola il metabolismo ed è riequilibrante. Non va comunque usato sulla pelle infiammata.

Cardamomo: infonde gioia e chiarezza mentale, inoltre aiuta il transito del Prana nel corpo.

Cedro: ha un effetto rilassante e migliora l’umore.


PIETRA/ CRISTALLO PER IL PRIMO CHAKRA

Da aggiungere al massaggio o semplicemente da portare in tasca, quando è necessario riequilibrare il Chakra della radice, il Diaspro Rosso è consigliatissimo. Il suo colore Rosso fegato ( vedi foto) è un richiamo alla terra, che fornisce stabilità e sostegno. La sua energia ci aiuta a perseguire i nostri obiettivi con coraggio e decisione.

YOGA

in Ayurveda enorme rilevanza viene data al movimento fisico, come fonte di benessere a livello fisico, ma anche emotivo, mentale e spirituale. Lo Yoga è sicuramente lo strumento più indicato in questo senso.

Il primo Chakra beneficia di asana per il radicamento, come: posizione del loto, posizione della ghirlanda, posizione della lucertola, Shavasana ( posizione del cadavere o di rilassamento).


ALTRE INDICAZIONI

Dormire bene e possibilmente, molto ( dalle 8 fino alle 10 ore).

Introdurre alcune novità nella nostra vita , anche se piccole, come un diverso percorso casa/lavoro, o un nuovo colore di rossetto.

Stare il più possibile immersi nella natura. Non è sempre possibile passeggiare nei boschi, ma una pausa pranzo in un parco cittadino, o annaffiare le piante del proprio balcone, sono piccole attività quotidiane alla portata di tutti.

E poi un consiglio evergreen: prendersi del tempo per meditare.


L’amore per se stessi passa attraverso atti concreti. Non importa se siano piccoli cambiamenti, come una sessione di Yoga quotidiana o un massaggio a settimana, o grandi cambiamenti , come un totale restyling della nostra vita. L’importante è iniziare ed essere costanti, perché nonostante nella vita ci siano incertezze e imprevisti, una cosa è certa: possiamo abitare solo dentro noi stessi, quindi è fondamentale che la nostra “casa” sia al meglio delle sue potenzialità.


Segui il mio blog per le indicazioni sugli altri Chakra e molti altri articoli sul benessere olistico. Non esitare a contattarmi per approfondire le tematiche trattate.


F U O C O e A C Q U A

- S t u d i o O l i s t i c o - PADOVA

Massaggi, Ayurveda, Meditazione, Yoga, Tecniche Olistiche

Professione disciplinata ai sensi della Legge 4/2013

Iscritta associazione di categoria SIAF Italia n° VE2841-OP

www.fuocoeacquastudioolistico.com

Facebook: @studiofuocoeacqua

Instagram: studio.olistico.fuoco.e.acqua

29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti